domenica 4 dicembre 2011

neve

mi confondi

neve che ti sciogli sui miei capelli
e sciogli ogni traccia
potrei amarti all'infinito
ma tu saresti sabbia e acqua
e l'infinito trascineresti nelle tue maree
e non concederesti nulla
e nel nulla svanirebbe la tua pelle
e ruvida graffierebbe le tele
disegnate
beffate
dal tuo capriccio

neve giovane e sciocca
confusa giochi coi balocchi superati
e ti perdi e ti confondi
allora

ti nascondi

martedì 22 novembre 2011

vuoto

quel senso di vuoto che scava lo stomaco e  fa male
lo senti nella testa
tra le mani
e scorrono lievi le gocce di tristezza dagli occhi
e sul volto si depositano
lacrime di dolore
che cercano aiuto
che chiedono la forza
che più non hai

sabato 12 novembre 2011

melodia di pace

cos'ho trovato in quel vecchio bauletto...
una penna
un ricamo
un ricordo imperfetto
di chi spera e sospira dai tempi di guerra
una viola che suona una nota d'amore
tra fango e cannoni
tra sangue e dolori
oh...
melodia di pace e di tempi migliori

lunedì 17 ottobre 2011

Fermi

Piedi che camminano senza il tempo delle strade asfaltate, si incontrano e restano fermi.
Non lasciano impronte, ma il segno del loro silenzio, in un tempo immobile.

venerdì 7 ottobre 2011

matto

matto che non so dire altro
che stringo la testa tra le mani
e trovo tempesta
un muro di occhi fissi e bocche che stridono i denti
matto che vorrei dire altro
ma niente
niente si può dire
se niente si riesce a  vedere

sabato 1 ottobre 2011

Passa

passa
verità nei miei occhi
colore intenso dei tuoi occhi
freschezza del loro mattino
sguardi bisbigliati

la tua luce è nutrimento
la mia onestà è espressione
per i nostri occhi

passa
pioggia d'autunno
passa
dai miei occhi

passa bellezza
e pòsati
sopra i miei occhi
dentro i tuoi

martedì 13 settembre 2011

bolla di sapone

vento che passi
in quel bosco fatato
la tua bocca gentile col suo soffio
ci ha lasciato

uno sguardo sincero
un inchino
una bolla di sapone

e come soffio o magia te ne sei andato

domenica 11 settembre 2011

Terre lontane (dedicato a “Bambini nel Deserto”)

Terre lontane di uomini
Nudi
Persi
Affondati
Abbandonati
nelle loro radici strappate dalla fame
Nei loro fiumi prosciugati dalla sete
Dalle catene canti disperati
grembi di donne stanche di creature mai nate
lacrime soffocate da sabbie dorate

ma

terre lontane di uomini
avvolti di speranza
vestiti di coraggio
riemersi
accompagnati
sostenuti
da progetti
di vita, salute e passione
per quei fiumi, quei canti
quelle terre lontane

lunedì 5 settembre 2011

Appoggiàta...

Appoggiàta
come bicchieri di cristallo su un vetro opaco e decadente
alla vita
la povera gente

venerdì 2 settembre 2011

canzone stonata

canzone stonata
di donna innamorata che ride, sola
che canta della luna d'argento
nella sua notte leggera

Senza pensare, donna, lasciati andare
balla stasera la tua canzone stonata, sotto la tua luna
Innamorata

sabato 27 agosto 2011

colori

cerco i colori della mia mente
le matite per disegnarne il profilo
i pastelli per vestire di veli il suo corpo
le mie dita per farla parlare
la mia bocca per farla respirare

giovedì 25 agosto 2011

una giornata

una giornata
di grandi occhi neri increduli
da osservare
di parole leggere e gustose
da assaporare
come un frutto di stagione appena colto


di lunghe corse verso il fiume
di pianti di passione e d'amore
di pensieri ostinati e vincenti
di risate aperte e sincere
di libertà da gridare
e vivere
di giochi sulla spiaggia
di musiche da riempirsi il cuore

una giornata
di suoni prorompenti e ritmi travolgenti
da cantare
da ballare
come quel ritornello
a piedi nudi in riva al mare
lalala la la lala laala lala lalaaa lalaa...





mercoledì 24 agosto 2011

Passi d'estate

un passo poi un altro
passeggiate
e poi
restate
bianco riposo dal caldo d'estate

Aggiungi didascalia

venerdì 8 luglio 2011

Scrivo

Mi piace scrivere perché mi rilassa. Sono solo io, nient'altro intorno che non siano le mie emozioni e quelle mi accompagnano sempre, non mi deludono mai, mi sostengono e, spesso, mi sorprendono.
Scrivo ed il mio tempo si ferma.Là dove voglio.
Una foto, un oggetto, una persona.
Una persona che ha aggrovigliato le mie emozioni alle sue
Un oggetto che, nel suo silenzio, mi ha raccontato la sua storia
Una foto che basta sfiorarla un momento chiudendo e gli occhi e...oh!
Scrivo per me stessa. Perché la scrittura mi dà pienezza
Scrivo mentre viaggio, cammino e guardo.
...basta guardare là
nel tuo posto meraviglioso,
sollevando la testa ed il cuore per una volta ancora un po' più in su!

domenica 3 luglio 2011

Buongiorno!

Buongiorno!
Sorrisi dei miei bimbi il mattino presto
freschi come l'aria che leggera si muove e penetra attraverso i loro occhi pieni di luce
Buongiorno!
a questo mondo che mi ha regalato
vite meravigliose
mani delicate che cercano tanto calore nei loro piccoli e incerti gesti
pianti che parlano e sussurrano agli orecchi parole nuove 
nuove scoperte da comunicare
e allora,
Buongiorno!
ad ogni nuovo giorno da esplorare e capire

giovedì 30 giugno 2011

occhi blu

ragazzo dagli occhi blu
che stringi forte la tua vita
che non la lasci andare e corri, veloce
e salti, in alto, per non farti travolgere, mai

ragazzo dagli occhi blu
che ami e vivi e vivi e ami
con la passione della tua matita
che non molli mai e corri, veloce
per disegnare tutta la tua fantasia

ragazzo dagli occhi blu
urla forte, finché ti batte in petto quel cuore generoso e sincero
affinché esploda la tua rabbia
affinché si colorino i tuoi sogni
finché avrai fiato e cuore,
urla

ragazzo dagli occhi blu
dagli abbracci dolci
dalle parole intelligenti
ragazzo,
fratello mio

occhi verdi

occhi verdi come quel prato per passeggiare
verdi come la speranza che ti piace indossare
verdi come la malinconia che i tuoi occhi a volte porta via
verdi come la tua vita che cogli su quel prato e no, non puoi odiare
verdi come quei piatti profumati che ti piace cucinare
verdi come le tue parole che dal cuore scorrono scorrono e scorrono via
verdi e belli come te,
sorella mia

bellamore bellamore


canzone di quel tempo giovane, di  un amore acerbo ed insicuro
canzone di quei tepori d'amore che non capivi, ma che volevi
canzone che ammiravi e dolce, il tuo tempo dell'amore scorreva
tenero, delicato
come un soffio poi, se ne è andato

martedì 28 giugno 2011

caldo

caldo caldo caldo
da far venire i brividi
da far scoppiare di sete
da far venire voglia di tuffarsi nel mare
immergersi nelle sue profondità
e perdersi...

lunedì 27 giugno 2011

tempo

Lasciamoci coinvolgere dal nostro tempo segreto, per recuperare il nostro essere smarrito nel tempo delle cose finite, che non ci appartiene e ci consuma.
Lasciamoci andare all'infinito.

domenica 26 giugno 2011

la fata

sono una fata dagli occhi grandi
faccio tesoro dei vostri perdoni
faccio magia dei vostri doni
rendo immortali i vostri desideri
faccio volare le stelle nei cieli
con le mie ali disegno contorni che rendon dolci gli amari sogni
tengo stretti tutti i petali di rosa che asciugan le lacrime di chi non riposa
regalo un sorriso a chi me lo chiede
ed uno ancor più grande a chi non vede e siede
siedi anche tu accanto a noi
raccontaci tu la magia che vuoi

sabato 25 giugno 2011

d'estate

su strade non asfaltate corrono
su asfalti velati dal sole si muovono come se niente gli importasse fuorché
il loro capo
riparato da buffi cappelli
i loro piedi
ancorati in variopinti sandali
i loro occhi
quasi bendati da enormi occhiali scuri
su passerelle scricchiolanti di sabbia
quasi marciando
ma liberi
di essere
leggeri
e le loro divise
costumi
ed il loro volto
un sorriso

martedì 14 giugno 2011

vie

Linee tra le curve della mente
Movimenti spigolosi che intersecano i cieli azzurri

domenica 12 giugno 2011

il sole

Parlami ancora
dimmi dei tuoi sogni
respira nelle mie parole
chiudi gli occhi e stringi le mie labbra
socchiudi lentamente i pensieri come botole su scantinati
lìberati dalla polvere fai respirare la tua anima
non aspettare che il domani sia diverso
non aspettare che il tempo migliori
non amare solo perchè sei solo e stanco
non aggrovigliare le tue mani su inutili opere
amami solo per la voglia di amare
sorridimi perchè sei felice

venerdì 10 giugno 2011

l'inverno

pesante quel cielo ingombra la mente
tra i secchi rami che chiamano chiedono
la luce
il calore
liberateci dai fardelli invernali che annebbiano i nostri movimenti
come catene opprimono la nostra voce

giovedì 9 giugno 2011

più vicino

più vicino, potessimo camminarci su per sentire dentro di noi la freschezza e tutto quello che ha da dire...potessimo andare ancora più vicino di così, sentiremmo le parole nascoste tra le onde, i desideri di chi sogna il mare e lo abbraccia ogni volta che gli sta vicino...così vicino, papà, ne sento anche  il profumo...

le persone importanti

Importanti sono le persone che non lasceresti mai scappare da te
Perchè le ami. 
Semplicemente.

a voi, Massimo, Federico e Lorenzo

Eccomi...

Ciao a tutti,
eccomi con il mio blog personale deciso, così per caso, solo qualche ora fa.
Perchè no? Perchè non condividere con gli altri le mie parole?
Passeggiando sarà semplicemente questo: far conoscere tutto ciò che la mia mente, in modo libero, vorrà passarmi, ogni volta che la lascerò passeggiare tra le idee e le cose di tutti i giorni.
Passeggiando sarà soprattutto ciò che voi vorrete dirmi ed io sarò felice di incontrare i vostri commenti e rispondere, con tutta la libertà che l'anima mi cosentirà...
A presto!
Piera