sabato 25 giugno 2011

d'estate

su strade non asfaltate corrono
su asfalti velati dal sole si muovono come se niente gli importasse fuorché
il loro capo
riparato da buffi cappelli
i loro piedi
ancorati in variopinti sandali
i loro occhi
quasi bendati da enormi occhiali scuri
su passerelle scricchiolanti di sabbia
quasi marciando
ma liberi
di essere
leggeri
e le loro divise
costumi
ed il loro volto
un sorriso

Nessun commento:

Posta un commento