mercoledì 28 marzo 2012

mani

non immergerò le mie mani nel fango delle notti insonni
rischierei di essere trascinato come corpo morto lungo sentieri deserti
e non rimarrà che un disegno umido dei miei fianchi
e delle mie mani
nemmeno una carezza

Nessun commento:

Posta un commento